LE KöTTBULLAR SVEDESI: QUANDO L’AMORE VINCE IN CUCINA!

il

STOCCOLMA1

Vi ricordate quando vi ho raccontato della California e del ragazzo che mi aveva lasciata poco prima del viaggio?  Nonostante l’avventura on the road con la mia migliore amica sia stata strepitosa (e ancora lo ringrazio per avermi lasciata) non ci ho messo poco a riprendermi dal brutto colpo. E mentre ancora dolorante mi leccavo le ferite un altro ragazzo tentava di entrare in punta di piedi nella mia allora tristissima vita. Ma si sa in amore il tempismo è fondamentale e detta tra noi quello non era proprio il momento giusto per intraprendere una relazione. E così ho finito per rovinare tutto facendolo scappare senza il minimo accenno di un rimpianto o ripensamento. Perché io ho tentato di farlo tornare ma ahimè di me non ne voleva più sapere nulla. E mi sono ritrovata a stare male per qualcuno che mi voleva davvero ma che non ho saputo apprezzare quando ne ho avuto l’opportunità (comincio a pensare che la condizione dello stare male mi piaccia!).

Ma questa volta la storia finisce a lieto fine (c’è speranza per tutti!).

Dopo mesi logoranti di rimpianti e rimorsi nei quali lui ha intrapreso una relazione con un’altra, pure gnocca (che sfiga) ho capito che forse questa volta non era come tutte le altre, che questa volta soffrivo per davvero e che quel ragazzo io dovevo riprendermelo! E così è stato 😉

Conclusa la sua relazione con la tipa gnocca non ho perso l’occasione per dirgli quanto fossi pentita per i tempi andati e quanto lui contasse ancora per me. E quel giorno nei suoi occhi ho percepito un barlume di speranza. Ho pazientato per alcuni mesi, perché sentivo che la fretta non mi avrebbe giovata, che lui non era pronto a lanciarsi in una nuova avventura e a fidarsi nuovamente di me.

E quando stavo ormai per perdere ogni speranza Stoccolma all’improvviso! Decidiamo di partire per un weekend alla volta della Svezia e da allora non ci siamo più lasciati!

La scintilla è riscattata da Meatballs, un posticino tipico assolutamente da non perdere se decidete di andare a Stoccolma (l’attesa è lunga ma ne vale decisamente la pena) davanti a un gustosissimo piatto di Köttbullar, le famose polpette svedesi. E dato che sono sentimentalmente legata a questa pietanza ho deciso di riproporla.

Per realizzare le Köttbullar vi occorreranno:

-500 gr di macinato di manzo

-200 gr di patate

-200 gr di pane raffermo

-latte q.b.

-1 uovo e 1 tuorlo

-1 cipolla

-prezzemolo q.b.

-200 gr di burro

-2 cucchiai di olio

-1 busta di besciamella (o se preferite potete farla voi, vi occorreranno -1 lt di latte, -100 gr di farina, -100 gr di burro, -noce moscata q.b., -sale q.b. Fate scaldare il latte in una pentola, in un pentolino a parte lasciate sciogliere il burro e aggiungete la farina mescolando per bene con una frusta, senza far creare grumi. Aggiungete il latte ormai caldo al composto e aggiustate di sale e noce moscata. Lasciate cuocere fino all’ebollizione e voilà la besciamella è pronta)

-marmellata di mirtilli q.b

-sale q.b.

-pepe q.b.

-parmiggiano q.b.

STOCCOLMA2Fate soffriggere per qualche minuto la cipolla tagliuzzata grossolanamente in una padella con due cucchiai di olio, lasciatela raffreddare e procedete con la preparazione dell’impasto. Mettete il pane in ammollo nel latte per 15 minuti. Strizzatelo per bene, gettate la crosta e servitevi della mollica che riporrete in una ciotola con la carne, le uova, sale, pepe, parmigiano e le patate precedentemente lessate e schiacciate. Aggiungete il prezzemolo finemente tagliato, la cipolla soffritta e impastate il tutto. Se l’impasto dovesse risultare troppo molle aggiungete del pane grattugiato per raggiungere la consistenza desiderata, al contrario se dovesse risultare troppo denso aiutatevi con l’albume avanzato.

STOCCOLMA3

Formate delle piccole sfere del diametro di 3,4 cm. In una padella fate scaldare il burro e non appena caldo versate le polpette. Attenzione a non metterne troppe, non devono stare troppo strette. Fate rosolare le vostre polpette a fiamma viva da entrambi i lati, abbassate poi la fiamma e procedete con la cottura per altri 15 minuti. Quando le polette saranno cotte mettetele da parte e procedete con la cottura della salsa.

Versate la besciamella nel residuo di burro in cui avete cotto le polpette, aggiungete sale e pepe e lasciate insaporire per qualche minuto.

Il piatto è finalmente pronto. Servite le vostre Köttbullar accompagnate dalla salsa di besciamella e marmellata di mirtilli.

STOCCOLMA4Se avete in programma di visitare Stoccolma da non perdere assolutamente il tour delle metropolitane, veri capolavori artistici, e il Nordiska Museet, situato sull’isola di Djurgården, riserva di caccia all’epoca dei Vasa (XVI secolo), racconta oltre 500 anni di storia culturale della Svezia. Vi troverete oggetti di ogni tipo, dalla moda alla caccia, dall’artigianato alle armi.

STOCCOLMA5

 

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Roberta - globetraveldiary.com ha detto:

    Questa ricetta me la salvo nelle note del telefono! Grazie mille 😊 Amo le Kottbullar svedesi, speriamo mi riescano ☺️

    Piace a 1 persona

    1. Sorellechef ha detto:

      grazie a te 🙂

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...